L’innovazione di FOUR x FOUR consiste nell’utilizzo di una speciale colonnina adatta a reggere i pannelli finiti, vale a dire, già dotati di superfici di finitura che costituiscono una pavimentazione sopraelevata.

Il sistema è composto da una colonnina regolabile in acciaio zincato e della speciale Guarnizione FOUR x FOUR dotata di punte coniche da posizionare sulla testa della colonnina, che costituisce l’elemento connettivo tra la faccia inferiore del pannello e la superficie di appoggio della testa; il montaggio a regola d’arte prevede l’ancoraggio della base della colonnina alla soletta mediante l’utilizzo di adesivo silanico (ml 6) ed al fissaggio della guarnizione FOUR x FOUR alla testa della colonnina mediante l’utilizzo del medesimo collante (4 ml), ed infine il posizionamento dei pannelli alloggiando le punte coniche della guarnizione nelle forature coniche FOUR x FOUR presenti nel sottofondo dei pannelli. Gli elementi del pavimento galleggiante così assemblati hanno il compito di connettere e bloccare il sistema dando luogo ad una pavimentazione stabile e monolitica in grado di garantirne la perfetta stabilità, l’allineamento delle fughe tra i pannelli e di assorbire i forti movimenti che dovessero insorgere in caso di possibili eventi sismici. I pannelli in Truciolare o Solfato di calcio hanno dimensioni nominali di 600 x 600 mm e spessori diversi secondo la tipologia dei materiali e delle finiture superiori che possono essere di svariati tipi, tra cui grès porcellanato, marmi e graniti, parquet, linoleum, pvc e laminati plastici.

 FOUR X FOUR

Pavimento Sopraelevato ANTISISMICO (Autocentrante)

La realizzazione di un pavimento flottante, con l’utilizzo della guarnizione FOUR x FOUR e della colonnina antisismica, e’ in grado di garantire per un maggiore tempo l’integrità dello stesso, aumentando la sicurezza degli occupanti che in pieno evento sismico dovranno lasciare velocemente i locali, lapidei, parquet o altro, in vari spessori.

La prova e’ consistita nell’applicazione dell’eccitazione sismica alla base della struttura oggetto le colonnine metalliche della prova, in corrispondenza
del vincolo tra il pannello in legno multistrato rigidamente collegato alla parte superiore della tavola vibrante metallica.

Alla fine dei cicli di prova, la struttura e la pavimentazione, sottoposte a prove accelerometriche pari a 4,5 del terremoto dell’Aquila, non hanno riportato un significativo livello di danneggiamento.

DESCRIZIONE DI POSA: